Tuesday, February 19, 2008

it's always better on holiday

ok...ogni tanto mi ricordo che un blog ce l'ho e che non sarebbe male scriverci qualcosa..tanto per ricordare al mondo che esisto ancora, visto che qualcuno se lo sta scordando recentemente..è un po' un periodo strano, sono stanca e il freddo non aiuta, rimarrei chiusa a casa per un mese intero se potessi, anche se un mese proprio mi annoierei..un po' di meno..anzi meglio, ho bisogno di vacanze, di partire, di vedere un posto nuovo, di respirare aria diversa, di non vivere la stessa routine..una cosa buona ce l'aveva il liceo, in fondo.. mi manca la gita scolastica!! era la settimana più figa di tutto l'anno, la aspettavi da settembre e ogni volta che veniva detta una data (magari per un compito o un interrogazione) si faceva sempre mente locale a quanto tempo sarebbe mancato alla partenza, per avere la speranza, l'obiettivo da raggiungere che ti metteva di buon umore. un intera settimana buttata al nulla, al far tardi la sera con gli amici, a chiacchierare e ridere, a vedere e esplorare una città nuova.. ma non è solo il bisogno di una vacanza che mi fa venire la malinconia per la gita..è con chi vivevo quei momenti..chi rideva alle cazzate e rendeva la settimana memorabile.. è la mancanza di quelle risate, di quei momenti che mi manca e mi fa male.. mi fa male pensare che ci sto male solo io, che mancano solo a me.. che tutto questo ha avuto senso solo per me. mi fa schifo parlarne sul blog ma non trovo altro modo per sfogarmi, perchè chi deve capire non capisce o fa finta di non capire, mi fa male dover rendermi conto che come al solito si arriva al capolinea, alla fine di qualcosa, che si deve scendere, la corsa è finita. e non riesco a smettere di pensarci, non riesco a guardare oltre, perchè oltre sarà diverso. l'università ha cambiato tante cose di me, nuovi amici, nuovi interessi, nuovi impegni, ma qualcosa rimaneva e non sarebbe stato cancellato e lo sapevo, ne ero davvero convinta che non sarebbe andato dimenticato, ma è stata solo l'ennesima delusione. è faticoso scriverne, è faticoso da rileggere. non mi aspetto che qualcosa cambi, non ho bisogno di risposte che non cambierebbero niente. rivoglio indietro quei momenti.
novità:
-dopodomani secondo esonero di disegno intoppabile, daje marti "fight!!". super merdoledì notte da mkéla per il ripassone e i test dell'anno scorso (frana dice che ho bisogno di amici "più campagnoli" più veri.....marti (ioOio) & mkèla 4ever!!) speriamo che l'aura benefica di stefano non si esaurisca e ci sorvegli dall'alto dell'aula accanto e ci faccia passare l'EXTEMPORE come piace dire all'assistente cozza.
-ho imparato a mangiare lo yogurt mentre corro su per le scale e per questo successo devo fare dei ringraziamenti: il primo alla prof di urbanistica che ha messo la lezione a solo mezz'ora dalla precedente, rendendo la pausa pranzo una spece di lampo-fulmineo-megabreve, il tipo delle pizze della mensa che sceglie sempre il momento giusto per non sfornare una mazza e last but not least mkéla con la quale mi sono esercitata in questa preziosa arte!
-ho capito che quando non passa il sessanta basta andare a piazza sempione dove c'è un vuotissimo novanta che mi aspetta
-ho speso i soldi della tessera in cazzate e ora viaggio sull'autobus col "brivido controllore" sentendomi la peggiore degli evasori perchè non timbro il biglietto che poi non lo voglio ricomprare
-ho visto il fidanzato della pazza dell'uni e forse solo la sua immagine mi rallegra davvero l'anima..anche per questa rivelazione devo fare dei ringraziamenti: primo fra tutti daniele con il quale lo spettegolare ha il dolce sapore dell'ambrosia, ma devo menzionare anche ines, elio germ., semola, francesca e lollo, senza le loro cattiverie (infiammate ovviamente dalla maestra dei cappotti, la sottoscritta, perchè come dice lollo sto portando tutti sulla cattiva strada) uno dei momenti più assurdi della mia vita sarebbe passato inosservato.
-sono l'angelo custode di stupi-antonio che sarebbe perduto senza di me!!
-ho finalmente capito che non posso mangiare il tiramisù prima di andare a dormire perchè altrimenti non chiudo occhio, nonostante ho quasi 20anni e non più sei..
-la prof di disegno mi chiama valentina
-il barista della mescita fa paura
-moffo non doveva tagliarsi i capelli
e com questo, dopo lagne e stupidate, saluto tutti i miei lettori e do un arrivederci a un futuro ingoto che potrà essere domani come tra quattro mesi.. con me non si sa mai!